martedì,13 novembre, 2018

TOSCANI: “ITALIANI, POPOLO DI FRUSTRATI E INFELICI”… E DIFENDE I BENETTON

Parla di cattiveria e di livore, Oliviero Toscani. Per difendere i Benetton – travolti dalle polemiche e dalle accuse per il crollo di Genova – se la prende con chiunque, dai politici al popolo. Lo fa in un’intervista al Corriere della Sera in cui specifica: «Non sono un tecnico ma ho sempre sentito che il Ponte era seguito con dei parametri molto più ampi della media europea», Il fotografo attacca i Cinquestelle «che ne hanno fatte di tutti i colori» e sostiene che «siamo un Paese che deve andare dallo psicanalista».

A suo giudizio, non bisogna assolutamente prendersela con i Benetton perché sono persone serissime, «hanno sempre fatto le cose al massimo e lo dico io che ci ho lavorato insieme». Toscani sottolinea di essere dispiaciuto non solo per il crollo del Ponte Morandi ma anche «per tutte le bugie che la gente racconta».

Secondo lui, il popolo italiano è “frustrato”, “infelice” e incattivato: «Ce l’abbiamo con la nostra condizione, secondo me è per una colpa nostra. Ma allora prendiamoci a sberle per strada, sarebbe più sano a questo punto. Che popolo cattivo… e non dico solo quello italiano, l’umanità. Ce l’abbiamo con tutti».

Toscani, poi, rivela che, solo per un fortuito ritardo, quella mattina non si è trovato a dover passare per il ponte crollato. Avrebbe dovuto percorrere quel viadotto in moto, insieme al figlio per andare in Francia. «Mentre stavo partendo da casa mi ha chiamato un tecnico del mio service che doveva raggiungermi a casa. Mi ha detto che stava in ritardo e ho voluto aspettarlo. Grazie a quel ritardo sono partito un’ora e mezza dopo, sennò sarei stato là».

Fonte: qui

Check Also

PER IL FORTE VENTO CADE UN CARTELLO SU UNA STRADA NEL NAPOLETANO

Share this on WhatsAppTragedia sfiorata sull’asse di supporto Nola-Villa Literno, nel Napoletano. A causa del forte …

Lascia un commento