sabato,20 ottobre, 2018
Breaking News

LA FIGLIA DI ASIA ARGENTO VANDALIZZA I BUS ATAC E SI VANTA VIA SOCIAL: PIOVONO INSULTI

n pullman imbrattato dell’Atac, le foto sul social network Instagram e tanto orgoglio per il gesto appena compiuto da parte di Anna Lou Castoldi figlia di Asia Argento e del cantante Morgan. Anna Lou Castoldi ha sedici anni, è bella e quanto la madre ma purtroppo ne deve avere assorbito anche gli atteggiamenti maleducati, fuori le righe, senza rispetto. L’esempio non la aiuta. Così, lo spirito “estremo” di  Anna Lou Castoldi si traduce in una serie di atti vandalici contro gli autobus di Roma, imbrattati con pennarelli rosa fucsia.

È stato il sito “Roma fa schifo” a portare all’attenzione la bravata della giovane ai danni dei mezzi pubblici della Capitale. Ebbene la ragazza è stata beccata sui social dopo essersi vantata di aver imbrattato alcuni sedili dei decrepiti bus della Capitale con il suo personalissimo ‘tag’ – la firma dei writers.

La figlia di Asia Argento e Morgan, dopo la malefatta, ha pubblicato le prove in una IG Story oramai scomparsa su Instagram in cui mostrava con un certo orgoglio la sua ‘opera artistica’ realizzata con un pennarello fucsia per abbellire i sedili degli autobus. E comprensibile l’ondata di indignazione social perché commettere una bravata pò anche essere il poertato dell’età, ma la rivedicazione arrogante delle  foto su Instagram indigna. Il post è stato rimosso poco dopo, ma ha comunque fatto il giro del web indignando la gran parte dei naviganti. Il commento della pagina Facebook, che ha denunciato l’accaduto è affilato: «A Roma l’atmosfera di abbandono e impunità è tale che anche se sei un personaggio pubblico, puoi permetterti di danneggiare quello che è di tutti e vantartene sui social media».

Asia  Argento, reduce dallo scontro  social con Matteo Salvini, da lei insultato qualche giorno fa, ha ora una nuova gatta da pelare, e con lei anche il cantante Morgan, suo ex, la figlia. La camomilla che Salvini le aveva consigliato di bere per calmare il suo livore potrebbe servire anche alla sua giovane figlia. «Dark ma sensibile», si legge sotto al proprio nickname Instagram in cui è attivissima tra richiami al giappone (studia il giapponese) e appunto al mondo dark.  Scorrendo le fotografie una in particolare ci riporta ai tag sui sedili del bus. Il titolo del post è “bus bus” e la giovane con le mani in segno di vittoria è ritratta seduta vicino ad un sedile, che sembra quello di un autobus, imbrattato. Il web non la perdona.

Fonte: qui

Check Also

PER IL FORTE VENTO CADE UN CARTELLO SU UNA STRADA NEL NAPOLETANO

Share this on WhatsAppTragedia sfiorata sull’asse di supporto Nola-Villa Literno, nel Napoletano. A causa del forte …

Lascia un commento