sabato,20 ottobre, 2018
Breaking News

POI IL MINISTRO GRILLO ANNUNCIA: “SONO INCINTA, FARÒ VACCINARE MIO FIGLIO”

Il ministro della Salute, Giulia Grillo, è in dolce attesa: ad annunciare la propria gravidanza è stata lei stessa durante una conferenza stampa al ministero sul tema delle vaccinazioni obbligatorie in vista dell’apertura dell’anno scolastico 2018-2019. La Grillo ha approfittato dell’occasione per far sapere che intende far sottoporre il figlio alle vaccinazioni.

Per la frequenza del prossimo anno scolastico 2018-19 basterà dunque l’autocertificazione, cioè una dichiarazione sostitutiva delle vaccinazioni effettuate, da presentare alle scuole. Non sarà dunque necessario, come era previsto per legge, presentare entro il 10 luglio la certificazione ufficiale della asl che comprovi l’avvenuta vaccinazione.

Grillo alle famiglie: “Non fate false autocertificazioni”

Il ministro della Salute si è rivolta poi alle famiglie invitandole in ogni caso a non produrre delle false dichiarazioni che attestino le vaccinazioni dei figli per poter frequentare la scuola. “Se ci sono dei genitori che hanno dei dubbi legittimi – ha affermato – si rivolgano a noi e al ministero per avere chiarimenti. La via da seguire è infatti la corretta informazione, sapendo che i vaccini sono importanti e che le famiglie devono essere tranquille”.

Iss: “Non compromettere la salute di tutti”

“E’ doveroso fare di tutto per garantire adeguate coperture vaccinali, è importante non compromettere l’obiettivo della salute di tutti”. Lo scrive l’Istituto Superiore di Sanità, in relazione al provvedimento sull’autocertificazione delle vaccinazioni obbligatorie. L’Iss aggiunge: “Il raggiungimento di soglie di sicurezza è essenziale anche per garantire il diritto alla educazione di migliaia di bambini immunodepressi per i quali la frequenza scolastica è impedita dal rischio di contrarre infezioni, come il morbillo”.

Fonte: qui

Check Also

TUBERCOLOSI? RITORNA LA PAURA: “RECRUDESCENZA LEGATA ALL’IMMIGRAZIONE”

Share this on WhatsAppÈ allarme tubercolosi, ed a diramarlo è il policlinico Sant’Orsola-Malpighi di Bologna. Stando a …

Lascia un commento