mercoledì,15 agosto, 2018
Breaking News

SVUOTAVANO CONTI CORRENTI, AGIVANO CON LA COMPLICITÀ DI DIRETTORI E DIPENDENTI DI UFFICI DELLE POSTE

I carabinieri di Reggio Calabria hanno arrestato 29 persone sospettate di far parte di due gruppi criminali del reggino dediti al furto e all’illecita appropriazione di titoli, buoni fruttiferi, libretti postali e liquidità su conti correnti.

Grazie alla complicità di direttori e dipendenti infedeli di alcuni uffici postali, anziani o invalidi sarebbero stati derubati di centinaia di migliaia di euro.

Le indagini sono partite nel 2014 e sono state coordinate dalla Procura di Reggio Calabria. I dipendenti delle Poste attestavano falsamente la paternità dei trasferimenti di denaro e permettevano, con le credenziali di accesso al sistema informatico di Poste italiane, di riciclare il denaro.

I carabinieri hanno passato al vaglio migliaia di operazioni illecite in danno di 45 risparmiatori.

Fra gli arrestati, due persone vicine a cosche di ‘ndrangheta di Siderno e due ex direttori di uffici postali della provincia di Reggio Calabria.

Fonte: qui

Check Also

QUELLA SINISTRA PROFEZIA DELL’ALLORA PRESIDENTE DEGLI INDUSTRIALI DI GENOVA: “TRA DIECI ANNI IL PONTE MORANDI CROLLERÀ”

Share this on WhatsAppNon gli farà piacere essere chiamato la Cassandra di Genova. Purtroppo ciò …

Lascia un commento