giovedì,18 ottobre, 2018
Breaking News

STEVE BANNON PARLA D’ITALIA

Ho lavorato per costruire un movimento populista nazionalista in America per dieci anni, sono entrato nella campagna di Trump quando rimanevano solo 85 giorni, stavano perdendo di brutto. Ma io sapevo che avrebbe vinto. Vedevo la risonanza tra la gente, che alle e’lite sfuggiva, e penso che lo stesso stia succedendo in Italia”.

Lo dice – in un’intervista al Corriere della Sera – Steve Bannon, lo stratega che ha portato Donald Trump alla Casa Bianca, in Italia per osservare da vicino le elezioni e per sondare il terreno per un’internazionale del populismo: ”Una rete dal basso, un esercito per diffondere le idee del nazionalismo economico, innanzitutto in America ma anche a livello internazionale”, ”passero’ molto tempo in Europa, qui c’e’ l’avanguardia del populismo”.

Parlando delle elezioni del nostro Paese, dice: ”Siete un banco di prova fondamentale del potere della sovranita’, di cosa significhi nell’era moderna”, ”quest’elezione e’ cruciale per il movimento populista globale.

Per me la cosa piu’ importante e’ che, se sommi i sondaggi, siamo vicini al 65%, quasi due terzi del Paese, che in qualche modo appoggia il messaggio antisistema di gruppi populisti dal centro al centrodestra, dai Cinque Stelle alla Lega a Berlusconi e Fratelli d’Italia” e ”penso che se si raggiungesse una coalizione tra tutti i populisti sarebbe fantastico, trafiggerebbe Bruxelles al cuore” ma ”se non succede ora non significa che non possa accadere in futuro”.

Fonte: qui

Check Also

TOH, ORA LA FRANCIA CHIUDE ALLA AQUARIUS… MA NON ERA “VOMITEVOLE” FARLO?

Share this on WhatsAppIl bue che dà del cornuto all’asino. La sfrontatezza della Francia sull’accoglienza dei migranti raggiunge limiti …

Lascia un commento