venerdì,22 giugno, 2018
Breaking News

L’AVVERTIMENTO DEGLI SCIENZIATI: “DUE MINUTI ALLA CATASTROFE GLOBALE”

L’organizzazione – il cui consiglio di amministrazione comprende 15 premi Nobel – crede “che il mondo non sia solo più pericoloso ora di quanto lo fosse un anno fa; ma è tanto minaccioso di quanto lo è stato durante la Seconda Guerra Mondiale”, hanno scritto i funzionari del Bollettino, Lawrence M. Krauss e Robert Rosner in un opuscolo pubblicato giovedì dal Washington Post.    “In effetti, l’orologio del giorno del giudizio è tanto vicino a mezzanotte – due minuti ora – come lo era nel 1953, quando le paure della guerra fredda raggiunsero forse i loro livelli più alti”.

Krauss, un fisico teorico, e Rosner, un astrofisico, hanno aggiunto: “Definire il mondo una situazione nucleare terribile significa sottovalutare il pericolo e la sua immediatezza. Il programma di armi nucleari della Corea del Nord ha registrato notevoli progressi nel 2017, aumentando i rischi per sé, gli altri Paesi della regione e gli Stati Uniti “.

L’orologio misura metaforicamente la vicinanza dell’umanità alla catastrofe globale.  Anche l’anno scorso è aumentato, arrivando a 2 minuti e mezzo a “mezzanotte”. Il rischio di oggi è paragonabile a quello1953, quando gli Stati Uniti hanno testato il loro primo dispositivo termonucleare, seguiti, pochi mesi dopo, dal test bomba all’idrogeno dell’Unione Sovietica.

Spostando l’orologio di 30 secondi più vicino all’ora della catastrofe globale, il gruppo ha citato “il fallimento del presidente Trump e di altri leader mondiali per far fronte alle incombenti minacce della guerra nucleare e dei cambiamenti climatici”.

“Penso che sarebbe molto difficile per l’orologio non andare avanti”, ha detto Alex Wellerstein, specializzato in storia delle armi nucleari presso lo Stevens Institute of Technology sempre al quotidiano statunitense. “Abbiamo membri del Congresso, consiglieri della Casa Bianca e persino il presidente che insinuano che pensano che la guerra nucleare non sia solo probabile, ma potenzialmente desiderabile. Tutto questo è insolito e inquietante”, ha aggiunto.

Daryl Kimball, direttore esecutivo dell’associazione no profit Arms Control Association, ha detto che un movimento simbolico verso “mezzanotte” ha senso e che i soli rischi nucleari lo giustificano. “Nel corso dell’anno sono aumentate le tensioni con la Corea del Nord, le minacce nucleari trasmesse dal presidente Trump e Kim Jong Un, le tensioni con la Russia sono più alte, forse quasi tese come lo sono state alla fine della Guerra Fredda”.

In pochi giorni, ha osservato Kimball, l’amministrazione Trump ha annunciato una strategia nucleare che richiede l’espansione del ruolo delle armi nucleari statunitensi. “Quindi il rischio di un conflitto nucleare per sbaglio o di progettazione è purtroppo in aumento”, ha aggiunto.

Le prospettive per l’ambiente non sono molto migliori. L’anno scorso è stato tra i più caldi mai registrati e gli effetti dei cambiamenti climatici sono stati avvertiti: gli uragani hanno flagellato il Texas, la Florida e i Caraibi e gli incendi hanno invaso l’Americana occidentale, l’Europa meridionale, il Cile, la Siberia e persino la Groenlandia. In Bangladesh, le inondazioni hanno ucciso oltre 100 persone e ne hanno sfollate a migliaia.

Nel frattempo, Trump ha annunciato la sua intenzione di ritirare gli Stati Uniti dall’Accordo sul clima di Parigi. Nonostante il nuovo orario del Doomsday Clock, Kimball ha esortato le persone a ricordare che si tratta di un simbolo, “non una misura assoluta”.

Il Bollettino è quindi semplicemente inteso come “un avvertimento urgente del pericolo globale”. “Ci auguriamo che questo azzeramento dell’orologio venga interpretato esattamente come si intende: un avvertimento urgente del pericolo globale”. È tempo per i leader mondiali di affrontare il pericolo nucleare incombente e la minaccia dei cambiamenti climatici. Il momento per i cittadini del mondo di chiedere tale azione è ora. È tempo di riavvolgere l’orologio dell’ora del Giudizio.

Fonte: qui

Check Also

IL SEGRETO DELL’UNIVERSO? TROVATA MASSA MANCANTE, SI NASCONDE NEI GAS CHE LO ATTRAVERSANO

Share this on WhatsApp L’universo è finalmente “completo”: è stata trovata la massa mancante, ossia …

Lascia un commento