Breaking News

NIGERIANA UCCISA AL CARA DI MINEO? SALVINI: “IL 4 MARZO SI VOTA E CHIUDIAMO IL CARA”

La polizia ha dunque risolto in poco tempo l’ennesimo caso di femminicidio commesso la sera del primo gennaio in un alloggio del Cara di Mineo. Il marito della vittima, la nigeriana 26enne Miracle, Bill Francis, 30 anni, del Mali, sottoposto a fermo, ha negato di essere stato nella struttura per richiedenti asilo, ma è stato incastrato, oltre che dalle dichiarazioni dei figli, da un pezzo di carta in cui vi erano scritti i nomi della moglie e dei due figli che li indicavano residenti nel centro. Il fermo, con l’accusa di omicidio volontario e le aggravanti di avere agito per motivi abbietti o futili e con crudeltà, è stato emesso dalla procura di Caltagirone ed eseguito da agenti della Squadra mobile di Catania.

Accanto al corpo di Miracle Francis era stato trovato la sera di capodanno un coltello da cucina, con una lama di 13 centimetri che presentava tracce di sangue e con il quale è stata inferta una ferita da arma da taglio al collo. Le indagini hanno consentito di acquisire concordanti indizi di responsabilità a carico di un cittadino del Mali il quale, recatosi a trovare la moglie e i figli minori, di 8 e 6 anni, al culmine di una lite aveva colpito la donna, dandosi alla fuga. La Squadra mobile l’ha infine rintracciato nella zona del centro cittadino, nei pressi di un internet point dove l’uomo voleva incassare una somma di danaro per raggiungere il Nord Italia e poi l’estero.

Dopo l’ennesimo delitto consumatosi per mano di un ospite del Cara di Mineo, il leader della Lega, Matteo Salvini, ha tuonato sui social: “Centro immigrati di Mineo (Catania), il più grande business d’Europa. Tutto tranquillo… Il 4 marzo si vota e si chiude: A CASA!!!”.

Sulla questione più volte in passato il procuratore capo di Caltagirone, procura competente per territorio, Giuseppe Verzera, ha lanciato l’allarme segnalando la difficoltà di controllare i territori circostanti considerato che “oggi giorno al Cara accade qualcosa per cui è necessario l’intervento delle forze dell’ordine. Le forze di polizia – ha svelato il procuratore Giuseppe Verzera appena un anno addietro- sono assorbite nelle attività di ordine pubblico all’interno della struttura, il che significa che il territorio è interamente scoperto e ha visto un’escalation di delitti non indifferente.

Al di là dell’ordine pubblico normale, ogni giorno succede qualcosa: ci sono arrestati, risse, maltrattamenti, c’è gente che tenta il suicidio, quindi ci sono continui interventi delle forze dell’ordine. Siamo in fortissima emergenza e l’ho segnalato moltissime volte nelle sedi istituzionali. Non è possibile che questo territorio debba sopportare tutti questi immigrati che sono da distribuire non solo sul territorio italiano ma anche europeo”.

Fonte: qui

Check Also

LA FOTOGRAFA DELL’INVASIONE: ITALIANI IN ESTINZIONE, ENTRO LA FINE DEL SECOLO 40 MILIONI DI STRANIERI…

Share this on WhatsApp Senza immigrati la popolazione dell’Italia crollerà da 60 milioni oggi a …

Lascia un commento