Breaking News

L’ULTIMO REGALO DI RENZILONI? UN’ONDATA DI LICENZIAMENTI IN ARRIVO

Con la fine dei sussidi del Jobs act è dietro l’angolo un’ondata di licenziamenti. Lo rivela oggi il Fatto Quotidiano che sottolinea che nel 2018 lieviterà il costo del lavoro per un milione di dipendenti italiani.

“Molte aziende, infatti, nell’ultimo triennio hanno beneficiato della galassia di incentivi temporanei alle assunzioni che ha accompagnato il Jobs act”, scrive il giornale.

Che precisa come, però, da qui a dicembre questi sgravi scadranno e, dato che è improbabile che le imprese che vi hanno fatto ricorso sborsino fino a 8mila euro annui in più per ognuno dei nuovi assunti, i licenziamenti sono in arrivo.

E dunque la tanto decantata occupazione, la ripresa, il lavoro, con cui si sono riempiti in questi mesi la bocca sia Renzi che Gentiloni – che continuano a farne il loro personale cavallo di battaglia elettorale – si rivelano essere per ciò che sono, un bluff, che si accompagna al precariato dei contratti a termine che il Governo ci ha continuamente spacciato per “nuovi occupati”.

Il Fatto sottolinea altresì che i “licenziamenti avrebbero alti costi per le imprese, ma solo nel breve periodo”, citando la tassa sui licenziamenti e gli eventuali indennizzi in caso di ricorso (vincente, però) del dipendente: spese legali e sei mensilità di indennizzo.

Ma alla lunga, “nel corso degli anni il risparmio si diluirebbe”.

E siccome le cattive notizie non vengono mai sole, secondo l’Istat il 2018 parte in salita, con la disoccupazione all’11%. L’Istituto di statistica sottolinea che la formazione non funziona (altro che “alternanza scuola-lavoro”) e che è a spasso un giovane su quattro.

Mentre i poveri sono raddoppiati: 4,7 milioni. Ecco l’eredità che ci lasciano i Governi a guida PD…

Fonte: qui

Check Also

“IO LA BUSTA NON LA PAGO”.. E IL NIGERIANO PRENDE A MORSI UN VIGILANTE AL SUPERMARKET

Share this on WhatsApp Scene da film dell’orrore. Un nigeriano ha quasi staccato un dito …

Lascia un commento