martedì,17 luglio, 2018
Breaking News

IL GRAN SASSO E QUELLA BUFALA “RADIOATTIVA”: IL FISICO TEORICO FEDERICO CARTA SPIEGA PERCHÉ I GRILLINI E LE “IENE” PORTANO LA SCIENZA AL MEDIOEVO

In questo suo intervento il ricercatore di fisica teorica Federico Carta ci spiega, punto per punto, le ragioni secondo cui il servizio del programma «Le Iene» andato in onda nei giorni scorsi su presunti «esperimenti pericolosi» svolti nei laboratori di fisica nucleare del Gran Sasso è totalmente privo di fondamento.

Cerco di essere schematico, perché vorrei essere capito da tutti, nonostante metà dei miei connazionali siano analfabeti funzionali.

1) Nel Bel Paese esiste una montagna, chiamata Gran Sasso.

2) Sotto la montagna esiste una grande caverna, costruita dall’uomo.

3) Dentro la caverna esistono dei laboratori di ricerca di prestigio internazionale, in fisica delle particelle.

4) In primavera si farà un nuovo esperimento, chiamato Sox. Non sto a spiegare a cosa serva, tanto non vi importa nulla comunque. È un esperimento unico al mondo, e la cosa figa è che «ce lo invidiano tutti», perché non lo fanno mica i giapponesi, i russi o gli americani. Lo facciamo noi.

5) L’esperimento Sox, per funzionare, usa 40 grammi di una sostanza radioattiva, chiamata Cerio-144.

6) Anche un sasso emette radiazioni. Anche vostra nonna lo faceva, e per un bel po’ ha continuato anche dopo morta. Anche la cacca del cane. Non è che se una cosa emette radiazioni allora è cattiva per forza: io a mia nonna le voglio bene! Altro esempio, sorgenti radioattive sigillate, proprio come quella di Sox, vengono usate oggigiorno in vari ospedali per eseguire diagnosi o terapie varie.

7) Nel caso di Sox, la sostanza se ne sta lì ferma ed emette radiazioni. Questo è «estremamente diverso» rispetto a quello che si fa in una centrale nucleare, dove invece una sostanza radioattiva viene bombardata con particelle più piccole, e «si spezza».

8) Accostare il nome Sox al nome Fukushima è un errore grossolano. Sox non può «esplodere», nemmeno volendo deliberatamente ed impegnandosi sul serio affinché succeda.

8bis) La sostanza radioattiva sta chiusa dentro due contenitori concentrici di acciaio, con pareti di 20cm, in grado di resistere temperature di 1700 gradi, a prova di terremoto, a prova di inondazione, a prova di frana, a prova di vulcano, costruite appositamente per Sox soddisfacendo i massimi standard di sicurezza internazionali.

9) Nadia Toffa un giorno si sveglia, e decide che tutto questo è scandaloso. Fa una puntata del suo programma Le Iene, in cui spiega perché secondo lei l’esperimento Sox è pericoloso.

10) Le Iene non è un programma di informazione, ma semplicemente un programma di intrattenimento. Tipo il Wrestling, ma un po’ più finto. In molti, però, non se ne rendono conto.

11) Decine e decine di fisici, teorici e sperimentali dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare si esprimono pubblicamente, argomentando come mai l’esperimento è assolutamente sicuro. Gente che ha studiato insomma.

11bis) Decine e decine di fisici, teorici e sperimentali, non sono poi esseri umani coglioni, e cercano anche loro di sopravvivere: non andrebbero a lavorare ogni giorno in un posto che reputano pericoloso.

12) Il servizio di Nadia Toffa fa scandalo. La gggente impazza, e scende in piazza. Il cugino di mio cugino mi ha detto che se il cerio va nell’acqua divento analfabeta funzionale anche io. Oddio, non voglio!

13) Il Movimento 5 Stelle Abruzzo vota all’unanimità che l’esperimento debba essere fermato. E a meno di colpi di scena e clamorose marce indietro, così sarà.

14) Io vengo preso per il culo da amareggiati colleghi di tutto il mondo, per la stupidità dei miei compaesani.

15) Ora chiedetevi di nuovo come funzioni la fuga dei cervelli. E sopratutto perché.

Fonte: qui

Guarda il servizio delle iene

Check Also

RILEVATA IN ANTARTIDE L’INCREDIBILE TEMPERATURA DI – 98 GRADI C°

Share this on WhatsApp Il surriscaldamento globale annunciato da gran parte della comunità scientifica pare non si …

Lascia un commento