giovedì,18 ottobre, 2018
Breaking News

FRANCIA INTERVIENE IL GOVERNO: “FERMARE LE PREGHIERE IN STRADA” (Meglio tardi…)

Nelle settimane è cresciuta la tensione alla periferia di Parigi, nella zona di Clichy-la-Garenne, dove le autorità sono ai ferri corti con i musulmani della comunità locale, che per protestare in seguito alla chiusura di una moschea, trasformata in una biblioteca, hanno iniziato a tenere in strada le preghiere rituali.

Da marzo i fedeli hanno spostato i propri tappettini per le vie di Clichy e nelle ultime settimane i residenti della zona, estremamente multietnica, hanno iniziato a protestare.

Se da un lato la comunità musulmana dice che non ci sono abbastanza moschee perché tutti possano assolvere ai propri doveri religiosi, e accusano le autorità di non voler collaborare a trovare una soluzione, dall’altra il ministro dell’Interno Gerard Collomb ha messo in chiaro: “Non pregheranno in strada, lo impediremo”.

“I musulmani devono avere un posto dove pregare”, ha però convenuto, promettendo di risolvere la situazione entro qualche settimana.

Fonte: qui

Preghiere in strada Parigi

Check Also

TOH, ORA LA FRANCIA CHIUDE ALLA AQUARIUS… MA NON ERA “VOMITEVOLE” FARLO?

Share this on WhatsAppIl bue che dà del cornuto all’asino. La sfrontatezza della Francia sull’accoglienza dei migranti raggiunge limiti …

Lascia un commento