Breaking News

ROMA BRUCIA, DA CAPANNELLE A OSTIA, FIAMME E FUMO IMPERVERSANO…

Roma brucia: dal litorale di Ostia a San Basilio, passando per Capannelle e via Appia Nuova,all’altezza del parco degli Acquedotti, vicino la linea ferroviaria. La capitale è in ostaggio delle fiamme: con tutto il suo potenziale di orrore e disagio.E allora, canadair pronti in pista di decollo; il traffico ferroviario interrotto tra le stazioni di Torricola, Capannelle e Casilina, viabilità inibita e divieti mirati a consentire le operazioni di spegnimento: ma l’allarme, ribadito dal continuo risuonare delle sirene dei vigili del fuoco in azione, non accenna a diminuire. Anzi…

Roma brucia, incendio a San Basilio: disagi e paura

Diversi incendi e numerosi focolai che rischiano di trasformarsi in veri e propri roghi si sono sviluppati lungo le zone verdi della capitale, arrivando a coinvolgere quartieri e binari. L’ultimo significativo esempio a San Basilio, dove sterpaglie in fiamme e la paura dei residenti hanno fatto sì che si mobilitassero diversi automezzi dei vigili del fuoco. Le fiamme hanno anche lambito le auto in sosta, minacciando il centro abitato ed evocando il terrore portoghese. A questo scenario di fuoco e nubi di fumo asfissianti si sono aggiunti poi gli incendi che hanno infiammato il litorale romano e il tratto verso i Castelli. Poi, come se tutto quanto appena descritto non fosse ancora abbastanza, a Capannelle è scoppiato un massiccio incendio davanti ala caserma dei vigili del fuoco.

Fiamme anche a Capannelle: erba alta e sterpaglie

E proprio l’incendio di Capannelle, divampato nel pomeriggio di ieri (domenica 18 giugno ndr), è scoppiato all’improvviso in mezzo all’erba alta e secca che, con la complicità del clima torrido e delle temperature alte e afose, si è alimentato a dismisura tra via Appia e via del Calice. Fiamme, lapilli, e una nube di fumo maleodorante si sono sparsi e propagati nell’intera zona, seminando allarme e paura, specie nella zona limitrofa la ferrovia e i binari. E così, mentre una parte dei residenti del quartiere si è armato di secchi e di tubi d’irrigazione dei giardini provando a domare le fiamme, un’altra cospicua fetta di cittadini è intervenuta su Facebook lamentando abbandono e degrado della zona sommersa di sterpaglie e erba alta e puntando il dito contro le amministrazioni municipali.

Anche Ostia preda degli incendi: due in poche ore

E a Ostia, poi, due incendi si sono sviluppati nel giro di poche ore: dopo la pineta di Castel Fusano, anche quella delle Acque Rosse è stata presa d’assalto dalle fiamme. In questo caso, però, sembra che sia la mano di uno o più piromani in azione: Due autobotti dei pompieri e della protezione civile sono entrate in azione per domare i roghi su cui incombe l’ombra del dolo.

Fonte: qui

Check Also

LE LADRE ROM (IN TRASFERTA DAI CAMPI NOMADI) ADESSO SPUTANO SULLE “VITTIME”

Share this on WhatsApp Sempre più numerose le ladre rom a Venezia. E sempre più aggressive. Nel loro …

Lascia un commento