Breaking News

“RIPRISTINIAMO LE FRONTIERE ED ESPELLIAMO GLI SCHEDATI, SIAMO IN GUERRA”; IL DISCORSO DI MARINE LE PEN DOPO L’ATTACCO A PARIGI

Marine Le Pen all’attacco dopo il nuovo attentato in Francia. «Bisogna ripristinare subito le frontiere ed espellere gli schedati “S”», e cioè i  sospettati di attentare alla sicurezza dello Stato.

In una dichiarazione dal suo quartier generale, la candidata del Fn alle presidenziali ha invocato «la fine del lassismo giudiziario» e «nuove regole restrittive in materia di immigrazione, asilo e di cittadinanza».

Marine Le Pen: siamo in guerra, non possiamo perdere

«Il paese è in stato di guerra, la risposta deve essere totale, globale», ha aggiunto Marine Le Pen.

«Una guerra asimmetrica, rivoluzionaria per sottometterci a un’altra potenza, una potenza assassina. Questa guerra non possiamo permetterci di perderla».

Le Pen ha poi chiesto ai francesi di essere uniti «senza se e senza ma», unità «nella compassione ma anche nella lucidità.

Dobbiamo rinunciare all’ingenuità, all’innocenza, al lassismo.

Il nostro popolo si è sempre opposto alla barbarie».

Stop all’ideologia islamista

Marine Le Pen ha poi sostenuto con forza che «l’ideologia islamista non deve aver diritto di cittadinanza in Francia» e elencato una serie di misure da adottare, dalla chiusura delle moschee islamiste alla stretta applicazione del principio di laicità «in conformità con i principi repubblicani» a restrizioni su immigrazione, asilo politico e cittadinanza.

«Il terrorismo – ha detto – deve essere combattuto con tutti i mezzi. Vinceremo questa guerra solo se porremo fine al lassismo che ha permesso a questo criminale di compiere un ennesimo attentato ieri sera».

Fonte: Qui

RESTA COLLEGATO CON NOI, SCARICA LA NOSTRA APP. (ANDROIDiOS)

OPPRE INSTALLA LA NOSTRA ESTENSIONE PER CHROME QUI

CI TROVI ANCHE SU TEELGRAM CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI

Check Also

PARROCO DI PALERMO CONTESTA LE POSIZIONI DI SINISTRA DI PAPA BERGOGLIO: IL VATICANO PER TUTTA RISPOSTA LO CACCIA…

Share this on WhatsApp Don Alessandro MINUTELLA, il ‘prete ribelle’ reo di aver criticato la …

Lascia un commento